Inizio Luglio 2020: in collegamento con l’aeroporto di Milano Malpensa e Cappa di Casale per la classe del Sobrero che si prepara nel campo della logistica.

malpensaIn attesa di riprendere le attività di stage ,la disponibilità dei responsabili aeroportuali Di Malpensa e dei docenti Stefano Bondone e Edoardo Cappa improvvisati registi delle trasmissioni, hanno permesso ai ragazzi delle terza logistica a inizio luglio un assaggio delle attività di “Campus in aeroporto “che sono state rinviate per l’emergenza Covid.

Le due giornate in videoconferenza hanno previsto per Malpensa una visita virtuale di Volandia  con guida di eccellenza il prof. Luigi Galli, responsabile dei corsi IFTS della struttura.

Il prof. Galli ha salutato il gruppo dai locali del velivolo commerciale storico degli anni 30/40  Douglas DC3.

La mattinata è proseguita con un ex ufficiale di rotta delle linee aere italiane,  Francesco Speroni che partendo dalla cabina originale di un Airbus 300 ha illustrato le importanti funzioni di controllo della navigazione superate oggi dai sistemi automatici di bordo.

Questa parte si è poi sviluppata con il collegamento dai locali dell’Ente Nazionale Assistenza Volo; Matteo Ergotti, responsabile incaricato dei corsi di istruzione, ha illustrato i principi di funzionamento del servizio della torre di controllo e fatto osservare l’andamento del traffico merci nel periodo dell’emergenza sanitaria.

Nella seconda giornata dall’aeroporto Cappa di Casale Monferrato le lezioni si sono concentrate sull’illustrare quanto complessa ed articolata sia la realta’ di un aeroporto, a prescindere dalle sue dimensioni.

Si e’ sottolineato quanto sia importante per lo sviluppo del territorio ogni infrastruttura tecnologica che esso possiede, autostradale, ferroviaria o aeroportuale.

Il mondo aeroportuale si basa sulla adozione di procedure di sicurezza a 360 gradi, che meglio sono illustrate in inglese con i due diversi vocaboli di safety e security. L’inglese e’ di fatto la lingua di riferimento per tutto, comunicazioni radio e manuali di volo e di manutenzione.

Il collegfamento è stato occasione anche per ricordare come sia nato l’aeroporto di Casale tra le due guerre mondiali e perche’ sia dedicato a “Francesco Cappa” un uomo che ha amato il volo fin dalle sue prime declinazioni con il comando di dirigibili della Marina Militare, dimostrando che studio ed applicazione sono la formula di successo per lo sviluppo e l’innovazione. Francesco Cappa ha lavorato a stretto contatto con ingegneri quali Forlanini nei cantieri di Baggio.

L’aeroporto di Casale per fortuna non e’ solo storia ma anche presente e futuro. Oggi e’ gestito da una societa’ di gestione aeroportuale: la S.A.M. . Quindi abbiamo fatto visita agli operatori aeroportuali, Novaris dedicata alla costruzione, manutenzione e gestione del trasporto con elicotteri, e i ragazzi hanno potuto assistere  ad una lezione sulle verifiche giornaliere di sicurezza del pilota Marco Tommasin su un elicottero tipo Augusta A109.

Inoltre si è poi visto l’aereo dell’Accademia Paracadustica Italiana, confrontandolo con un piper dell’Aeroclub Casalese da un punto di vista aerodinamico, concludendo con una visita alla sezione Accademia Italiana Volo ed all’officina di manutenzione e costruzione ULM Point ospitata nel complesso meridionale.

Le lezioni sono state seguite a distanza anche dai docenti del consiglio di classe e hanno suscitato interesse e nuova occasione di formazione per tutti.  Da parte degli allievi le curiosità ma soprattutto la richiesta di effettuare stage in presenza appena possibile presso le due aere aeroportuali.

La nostra speranza , vista la grande disponibilità ad accogliere i nostri ragazzi , ci dicono dal Sobrero, è quella di riprendere in normalità le attività già da tempo programmate.