Enrico, Ettore, Francesco, Giulio e Marco sono allievi della 3^BL del Liceo delle Scienze Applicate dell’ I.S. Ascanio Sobrero che, coordinati dalla Prof.ssa Maria Chiara Rossi, hanno risolto con entusiasmo e competenza quesiti di Green Economy relativi al calcolo degli indicatori ecologici delle filiere di produzione di alimenti come la pasta e la farina di mais, vincendo il concorso indetto dalla fondazione C.R.T-Progetto Diderot.

Tutto ha avuto inizio dall’incontro tenutosi presso l’Istituto Sobrero con i docenti del Dipartimento di Scienze Agrarie dell'Università di Torino. Agli studenti è stata lanciata una sfida: elaborando dati ricercati in Internet, avrebbero dovuto immergersi nel mondo del “consumo intelligente” al fine di scoprire i cicli produttivi e il conseguente impatto ambientale che si celano dietro i prodotti agroalimentari del supermercato, tenendo conto di quattro indicatori: impronta ecologica (terreno utilizzato), idrica, carbonica (CO 2 rilasciata nell’atmosfera) ed energetica.

Questo progetto , inserito nell’Alternanza Scuola Lavoro , ha aiutato i ragazzi a comprendere in modo efficace la realtà che li circonda, senza soffermarsi sull’accattivante packaging dei prodotti, ma ragionando su tutte le materie prime utilizzate al fine di offrire un prodotto impeccabile sullo scaffale del supermercato.

Tali competenze di analisi e calcolo sono richieste al giorno d'oggi in molti ambiti lavorativi e i ragazzi avranno la possibilità di ampliarle ulteriormente attraverso il periodo di stage presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino.

Il progetto “Le mie Impronte sul Pianeta” si è rivelato illuminante, non solo per una finalità scolastica ma anche a livello umano, motivandoci nelle ricerche e affinando il nostro pensiero critico rispetto alla realtà!" dicono i vincitori .

Marco Giachero, , Francesco Marchisotti, Giulio Merlo, Enrico Mussi, Ettore Pivetta 3^BL